Gianni fin da bambino ha dimostrato di possedere una spiccata attitudine verso il disegno e l’arte in generale. Fu l’insegnante di applicazioni artistiche che in prima media un giorno gli disse “… ragazzo tu hai una mano felice!”

E da allora il suo passatempo preferito fu disegnare e dipingere tutto quanto sollecitava la sua fantasia.

Purtroppo la vita non gli consentì di intraprendere gli studi artistici e quindi sviluppò la sua passione come autodidatta. Detesta il paesaggio, dipinge nature morte ma il suo vero interesse è rivolto alla studio del nudo. Partecipa a mostre collettive dove riscuote elogi ed apprezzamenti e poi per alcuni anni frequenta i corsi di pittura presso la scuola internazionale di arte e grafica di Venezia. Successivamente si iscrive al corso di nudo presso l’Accademia Albertina di belle arti di Torino. La frequentazione dell’accademia prosegue nel tempo con la partecipazione a stage dedicati alle diverse tecniche artistiche.

Così con la frequentazione di prestigiose scuole d’arte si va completando la sua formazione artistica. Abbandona pian piano i canoni classici della pittura e rivolge il suo interesse all’arte astratta intesa come costruzione geometrica delle forme, il colore assume toni accesi e i suoi quadri assumono una nuova vitalità.

Oggi i suoi quadri sono esposti in permanenza nei locali della galleria Accorsi di Torino avente  sede anche a Venezia.  Si moltiplicano le sue presenze pubbliche tramite mostre personali allestite in singolari siti storici, ad Alba espone nella bellissima chiesa di San Domenico, a La Morra (Alba) espone nei caratteristici locali dell’enoteca comunale, ad Asti nei locali del prestigioso Palazzo Ottolenghi.